Sale Apollinee del Teatro la Fenice, Venezia
11 dicembre 2022, ore 20.00

Concerto in favore di AIL Venezia


in ricordo di Doretta Davanzo Poli

    Programma

  • Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
    Fantasia in re minore KV 397

  • Frederic Chopin (1810-1849)
    Due Polacche op. 26
    I. Polacca in do diesis minore, Allegro appassionato
    II. Polacca in mi bemolle minore, Maestoso

    Tre Valzer op. 64
    Molto vivace | Tempo giusto | Moderato

  • Ludwig van Beethoven (1770-1827)
    Sonata in mi minore op. 90
    Mit Lebhaftigkeit und durchaus mit Empfindung und Ausdruck (Con vivacità ma sempre con sentimento ed espressione)
    Nicht zu geschwind und seht singbar vorzutragen (Non tanto mosso e molto cantabile)

    Sonata in mi bemolle maggiore op. 81a (“Les Adieux”)
    Das Lebewohl (L’addio) - Adagio, Allegro
    Die Abwesenheit (L’assenza) - Andante espressivo
    Das Wiedersehn (Il ritorno) - Vivacissimamente


  • Letizia Michielon pianoforte



Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, Venezia
8 dicembre 2022, ore 20.00

Concerto dell’Immacolata


  • Elena Bernaus flauto
  • Nicola Gandolfo organo

    Programma

  • J. S. Bach (1685-1750)
    Sonata in do maggiore BWV 1033
    Andante-Presto | Allegro | Adagio | Minuetto I & II
  • G. F. Handel (1685-1759)
    Sonata in sol maggiore HWV 363b
    Adagio | Allegro | Adagio | Bourrée | Minuetto
  • J. S. Bach (1685-1750)
    Primo movimento dalla trascrizione del Concerto di A.Vivaldi in do lo BWV 976
    (senza indicazione di tempo)
  • P. A. Locatelli (1695-1764)
    Sonata in Re maggiore, op. 2 n. 2
    Vivace | Largo | Allegro



Ateneo Veneto, Venezia
7 dicembre 2022, ore 11.00

Kreisleriana


Agimus Venezia con la Partecipazione di Liceo Musicale e Liceo Artistico di Venezia, Istituto Comprensivo Dante Alighieri e il sostegno dell'Archivio Vittorio Cini e Donazione in ricordo di Giuseppe Traina presenta Kreisleriana racconti musicali di Gemma Moldi in omaggio a E.T.A. Hoffmann (Königsberg 24 gennaio 1776 - Berlino, 25 giugno 1822)

    L’Archivio del Conservatorio (2022, prima assoluta)
  • di Alberto Gobbo (Conservatorio “B. Marcello”)
  • Pianoforte Jacopo Boschiero | Arpe Greta D’Emilio Giada Herrera | Flauto 1 Francesca Babbini | Flauto 2 Rachele Marcante | Flauto 3 Irene Scipioni | Flauti dolci Luca Caponetto Lana Soldà | Baritono Luca Pasqualetto | Voce recitante Alessandra Prato | Direttore Paolo Favorido |

    Nana Elicona (2022, prima assoluta)
  • di Sviatoslav Avilov (Conservatorio “B. Marcello”)
  • Arpa Giada Herrera | Flauti dolci Luca Caponetto Lana Soldà| Flauto 1 Francesca Babbini | Flauto 2 Rachele Marcante | Flauto 3 Irene Scipioni | Pianoforte Liam De Pol Mandich | Baritono Roberto Ronchese | Voce recitante Alessandra Prato | Direttore Paolo Favorido |

    La contessina di Ponzi (2022, prima assoluta)
  • di Anna Dobrucka Massetti (Conservatorio “B. Marcello”)
  • Flauto dolce Lana Soldà | Arpa Greta D’Emilio | Flauto 1 Francesca Babbini | Flauto 2 Rachele Marcante | Flauto 3 Irene Scipioni | Pianoforte Jacopo Boschiero | Voce recitante Alessandra Prato | Direttore Paolo Favorido |

    Gianna e le Bolle (2022, prima assoluta)
  • di Federico Alessi (Conservatorio “B. Marcello”)
  • Baritono Luca Pasqualetto | Flauto 1 Francesca Babbini | Flauto 2 Rachele Marcante | Flauto 3 Irene Scipioni | Flauto dolce Luca Caponetto | Pianoforte Jacopo Boschiero | Arpe Greta D’Emilio Giada Herrera | Voce recitante Alessandra Prato | Direttore Paolo Favorido |



Ateneo Veneto, Venezia
6-20 dicembre, ore 17.30

Ripensare la città


    6 dicembre
  • Aula Magna
  • Davide Spanio (Università Ca’ Foscari Venezia)

    Verità e Polis

    In dialogo con Federica Biscardi (Università di Trento)
    Letture a cura di Camilla Grandi

    pianoforte Alfredo Conte (Conservatorio “S. Cecilia” di Roma”)

    musiche F. Liszt e L. van Beethoven

    13 dicembre
  • Aula Magna
  • Paolo Pagani (Università Ca’ Foscari Venezia)

    Roma: La dialettica senza sintesi

    In dialogo con Camilla Grandi (Università Ca’ Foscari Venezia)
    Letture a cura di Alessandro Esposito

    pianoforte Elisa Fonda (Conservatorio “G. Tartini” di Trieste)

    musiche L.van Beethoven

    19 dicembre
  • Aula Magna
  • Franco Giudice (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e Franco Ferrari (Università di Pavia)

    Timeo e Galileo

    In dialogo con Sara Cianciullo (Università di Bergamo)
    Letture a cura di Camilla Grandi

    pianoforte Letizia Michielon (Conservatorio “B.Marcello” di Venezia)

    musiche F. Chopin

    20 dicembre
  • Aula Magna
  • Stefano Maso (Università Ca’ Foscari Venezia)

    Ventis et verba et vela dedisti: hai affidato al vento le vele e le parole

    In dialogo con Melania Cassan (Università Ca’ Foscari Venezia)
    Letture a cura di Camilla Grandi

    ianoforte Sara Cianciullo

    musiche L. v. Beethoven e J. Brahms



Fondazione Giorgio Cini, Venezia
29 novembre 2022, ore 17.00

Presentazione del volume "Panj ganj. I Cinque Tesori di Neẓāmi Ganjavi"


Si conclude la rassegna Libri a San Giorgio con la presentazione di Panj ganj (I cinque tesori) di Neẓāmi Ganjavi della Fondazione Giorgio Cini. Il restauro di un capolavoro della miniatura persiana del XVII secolo, a cura di Daniela Meneghini e Alessandro Martoni, edito per i tipi della casa editrice fiorentina Mandragora e con le belle fotografie di Noemi La Pera: un volume monografico dedicato al manoscritto persiano scirazeno miniato del XVII secolo contenente i cinque poemi di Neẓāmi, magnificamente restaurato nel 2019 da Melania Zanetti - sotto l'egida di Nova Charta e della sua direttrice Vittoria de Buzzaccarini - e il progetto "Salviamo un codice", vantando la collaborazione per la parte diagnostica del CIBA dell'Università degli Studi di Padova. Relatrice dell'incontro è Elisabetta Raffo, direttrice della Bruschettini Foundation of Islamic and Oriental Art di Genova.

Il sontuoso esemplare, parte di un ciclo di testi della letteratura classica persiana miniati per il potente governatore di Shiraz Emāmqolī Khan, morto nel 1632, fu donato alla fondazione da Vittorio Cini nel 1967 a seguito del viaggio a Teheran in occasione della presentazione al palazzo del Golestan della sua collezione di miniature: il commentario si pone dunque come omaggio al fondatore e alle relazioni intercorse tra la Fondazione Cini e il mondo mediorientale, in un momento in cui gli scambi e il dibattito interculturale, mediato da grandi figure come Ugo Tucci e dall'Istituto Venezia e l'Oriente, erano segnati da grande vivacità.

Il volume è uscito in occasione delle celebrazioni per il settantennale della Fondazione Giorgio Cini e si deve alla generosità di Giovanni Alliata di Montereale, che ne ha sostenuto in toto la pubblicazione.




Ateneo Veneto, Venezia
15 - 22 - 29 novembre 2022, ore 17.30

Laboratorio di Arte e Neuroscienze


    15 novembre
  • Aula Magna
  • Arte visiva e Neuroscienze

    La speranza del negativo. L’utopia visiva del nero e le neuroscienze

    Mario Farina (IUAV Venezia)

    pianoforte Andrea Furlan (Conservatorio “G.Tartini” di Trieste)

    musiche A. Skrjabin
    Sonata n. 6 op. 62 Modéré: mystérieux, concentré
    Etude op. 8 no. 9 “Alla ballata”

    22 novembre
  • Aula Magna
  • Architettura e Neuroscienze

    Tuning Architecture With Humans

    Davide Ruzzon (IUAV Venezia)

    pianoforte Emma Brumat (Conservatorio “B. Marcello” di Venezia)

    musiche C. Debussy
    Images II Livre
    I.Cloches à travers les feuilles - Lent
    II.Et la lune descend sur le temps qui fût - Lent
    III.Poissons d’or - Animé

    29 novembre
  • Aula Magna
  • Cinema e Neuroscienze

    Ascoltare per immagini: suoni pensieri e parole nella musica per film

    Carlo Montanaro (Fabbrica del vedere) | Roberto Pugliese (critico cinematografico e storico della musica per film)

    pianoforte Yun Zhang (Conservatorio “B. Marcello” di Venezia)

    musiche C. Debussy
    Images I Livre
    I.Reflets dans l’eau - Andantino molto, tempo rubato
    II.Hommage à Rameau - Lent et grave, dans le style d’une sarabande, mais sans rigueur
    III.Mouvement - Animé



Palazzo Bonacossi, Ferrara
13 novembre 2022 - 26 febbario 2023

Vittorio Cini. L'ultimo doge



La mostra, organizzata da Il Cigno Arte in collaborazione con Fondazione Ferrara Arte e Servizio Musei d’Arte del Comune di Ferrara - a cui l'Archivio ha partecipato con la sessione storico documentaria e fotografica - costituisce un omaggio a Vittorio Cini (1885-1977), definito da Indro Montanelli «l’ultimo Doge di Venezia». Mecenate e filantropo, uomo curioso e amante del bello, Cini fu anche uno dei più intelligenti collezionisti del Novecento: nella sua ricca e variegata raccolta figuravano, tra gli altri, capolavori di grandi maestri del Rinascimento estense, testimonianza della passione per l’arte della sua città natale, cui si avvicinò anche grazie alla frequentazione di Nino Barbantini, curatore della celebre mostra di Palazzo dei Diamanti del 1933.

Attraverso le opere di ventotto artisti (Riccardo Ajossa, Marco Bernardi, Alberto Biasi, Andrea Boyer, Vito Bongiorno, Lucia Crisci, Ettore de Conciliis, Stefania Fabrizi, Shay Frisch, Elisa Grezzani, Carlo Gavazzeni Ricordi, Claudio Koporossy, Rosaria Gini, Alessandra Giovannoni, Umberto Mariani, Riccardo Monachesi, Giorgio Ortona, Tommaso Ottieri, Achille Perilli, Elena Pinzuti, Piero Pizzi Cannella, Mauro Reggio, Oliviero Rinaldi, Maurizio Savini, Giovanni Tommasi Ferroni, Emilio Vedova, Marco Verrelli, Ortensio Zecchino), perlopiù concepite ad hoc in previsione della collettiva, viene evocata la vicenda umana e professionale di questo illustre ferrarese, protagonista della storia e della vita economica, politica, sociale e culturale italiana del Novecento. Numerosi lavori insistono sui luoghi nei quali lasciò un segno indelebile, a partire dalla sua città di adozione, dove abitò nel cinquecentesco palazzo sul Canal Grande a San Vio (che impreziosì con straordinarie opere d’arte antica collezionate nel corso degli anni) e dove promosse il recupero dell’Isola di San Giorgio Maggiore, fondandovi il primo ente privato italiano che si poneva come scopo principale la ricerca umanistica. E ancora, la terraferma, la zona industriale di Porto Marghera, del cui quartiere urbano gettò le basi; e, naturalmente, Roma, la città Eterna, dove Mussolini gli affidò la gestione di una delle più straordinarie avventure dell’urbanistica moderna, l’Esposizione Universale (E42). Altre opere rinviano alle sue iniziative imprenditoriali (ad esempio nel settore dell’industria elettrica) e alla sua vicenda biografica. Come sottolinea Marco Di Capua, dai diversi spunti forniti dagli artisti che hanno indagato la «geografia ciniana» emerge «un DNA creativo e civile, progettuale ed estetico che condiziona e rende evidente, in modo lampante, il senso moderno della civiltà italiana».

Con fotografie storiche e documenti, la mostra testimonia l’attività collezionistica di Vittorio Cini, definito da Federico Zeri «vero raccoglitore di pittura antica», e alcune significative iniziative come il restauro e il progetto di arredo del Castello di Monselice, la donazione del Palazzo di Renata di Francia al Comune di Ferrara (1942) e della residenza di famiglia in via Santo Stefano ai Gesuiti (1950), trasformata nell’Istituto di Cultura “Casa Giorgio Cini” e oggi di proprietà della Diocesi di Ferrara.

Giorni e orari di apertura
venerdì 15 - 18.30
sabato e domenica 10.30 - 18.30
chiuso lunedì, martedì, mercoledì e giovedì

Ingresso gratuito

Prenotazioni
https://www.comune.fe.it/prenotazionemusei

Informazioni
tel. 0532 244949 | diamanti@comune.fe.it
comune.fe.it/bonacossi


Stampa
Vittorio Cini, mecenate e filantropo. Ferrara omaggia il suo "ultimo doge" di Lauro Casoni | Il Resto del Carlino, 13 novembre 2022
Vittorio Cini. L'ultimo doge Artribune, 13 novembre 2022
L’ultimo doge di Venezia rivive a Palazzo Bonacossi estense.com, 13 novembre 2022



Festival Luigi Nono - 5a edizione

4 - 27 novembre 2022


Contemporanei e allievi

L’inaugurazione è in programma alle 17.30 ddi venerdì 4 novembre alla sede della Fondazione Archivio Luigi Nono (Giudecca 619-621) alla presenza di Nuria Schoenberg e Massimo Cacciari.

Alle porte dei 30 anni dalla costituzione dell’Archivio (2023) e dei 100 anni dalla nascita di Luigi Nono (2024), la Fondazione Archivio Luigi Nono prosegue lo studio del rapporto compositore con i suoi allievi, con i suoi contemporanei e con coloro che, pur non avendolo conosciuto di persona, a lui si sono ispirati.

Fine del Festival è offrire un ritratto del compositore veneziano, al fine di valorizzare la vasta documentazione inedita conservata presso la Fondazione, di estremo interesse non solo per la conoscenza dell’artista, ma anche per la ricostruzione del contesto storico, sociale in cui ha vissuto. L’intento è quello di creare ponti con altre istituzioni, fondazioni e realtà culturali operative in città.

Il festival prevede numerosi eventi, tra cui concerti, mostre, proiezioni e tavole rotonde, dislocati in più sedi a Venezia: oltre alla sede della fondazione, sono coinvolti la Sede di Emergency Venezia, il Conservatorio di Musica Benedetto Marcello, la Fondazione Prada, la Fondazione Ugo e Olga Levi, la Casa del Cinema, il Cinema Rossini.



Scuola Grande di San Rocco, Venezia
29 ottobre 2022, ore 17.30

Progetto Beethoven






  • Madonna Iulia
    Arte e intrighi tra i Borgia e i Farnese alla Corte Pontificia

    Lectio magistralis di Francesco Buranelli (Presidente della Commissione Permanente per la Tutela dei Monumenti Storici ed Artistici della Santa Sede)

    Concerto
  • Ludwig van Beethoven (1770-1827)

    Sonata in fa diesis maggiore op. 78 (“À Thérèse”)
    Adagio cantabile
    Allegro ma non troppo
    Allegro assai

    Sonata in sol maggiore op. 79 (“Kuckuck-Sonate”, Sonata del cucù)
    Presto alla tedesca
    Andante espressivo
    Vivace

    Sonata in mi minore op. 90
    Mit Lebhaftigkeit und durchaus mit Empfindung und Ausdruck
    (Con vivacità ma sempre con sentimento ed espressione)
    Nicht zu geschwind und seht singbar vorzutragen
    (Non tanto mosso e molto cantabile)

    Sonata in mi bemolle maggiore op. 81a (“Les Adieux”)
    Das Lebewohl (L’addio) - Adagio, Allegro
    Die Abwesenheit (L’assenza) - Andante espressivo
    Das Wiedersehn (Il ritorno) - Vivacissimamente

    Letizia Michielon, pianoforte




Festival Dentro l'Arte - Nutrirsi di Bellezza

14 ottobre - 13 novembre 2022


Fatti sentire! Al mondo serve la tua voce

Avvicinarsi al bello e goderne, curare le bellezze artistiche cittadine e mettere alla prova la propria creatività. Sono gli obiettivi del festival 'Dentro l'Arte 2022. Nutrirsi di bellezza': un mese di eventi, laboratori e percorsi formativi per ragazzi, adulti e famiglie organizzati dal Centro di ricerca e servizi Barchetta Blu. Un'iniziativa realizzata con il patrocinio dell'assessorato alle Politiche educative del Comune di Venezia e inserita nel calendario delle Città in festa.

'Dentro l'Arte', giunto alla sua settima edizione è concepito con il proposito di integrare l'arte nella vita di tutti i giorni dei suoi fruitori, per migliorare il loro equilibrio psicofisico. Si svolge in musei, biblioteche e spazi culturali cittadini. Le varie sezioni del programma si rivolgono a scuole e famiglie, ma anche agli adulti.


Per informazioni:
info@barchettablu.it | www.barchettablu.it



Ateneo Veneto, Venezia
11 ottobre - 2 dicembre, ore 17.30

Musica e Avventura | Incontri di Musica e Filosofia


    11 ottobre
  • Aula Magna
  • Il mito di Ero e Leandro

    Introduce Letizia Michielon (Conservatorio “B. Marcello” di Venezia)

    pianoforte Paola Possamai (Conservatorio “G.Tartini” di Trieste)

    musiche L. v. Beethoven | G.F. Händel | F. Liszt | A. Skrjabin


    8 novembre
  • Aula Magna
  • In cammino con Franz Schubert

    Introduce Luca Ciammarughi (Radio Classica)

    pianoforte Luca Ciammarughi

    musiche F. Schubert


    2 dicembre
  • Aula Magna
  • Per una filosofia dell’avventura

    Con Pietro Del Soldà (Rai Radio Tre)


    pianoforte Letizia Michielon

    musiche L. v. Beethoven



Scuola Grande di San Rocco, Venezia
7 ottobre, ore 17.45

XII Premio Paolo Rizzi | giornalismo, cultura, società


La giornalista Francesca Mannocchi, la scrittrice Dacia Maraini e il generale Francesco Paolo Figliuolo, sono i vincitori della XII edizione del “Premio Rizzi, Giornalismo, Arte e Cultura, Società”.
Il Premio, istituito dall’Associazione culturale Paolo Rizzi, si propone di ricordare il giornalista del Gazzettino a cui è intitolato, una importante figura nel mondo dell'informazione e della critica artistica nella seconda parte del secolo scorso. Da quest'anno il Premio non è riservato solo ai giornalisti, ma è stato allargato anche agli ambiti degli altri interessi di Rizzi, arte, cultura e società, ed è diviso in tre sezioni.
La giuria, presieduta dal giornalista Vittorio Pierobon, è composta da Enzo Di Martino (critico d’arte del Gazzettino), Beppe Gioia (giornalista, già caporedattore Rai del Veneto), Tiziana Lippiello (Rettrice Università di Ca’ Foscari di Venezia), Antonella Magaraggia (magistrato, presidente Ateneo Veneto), Fortunato Ortombina (direttore artistico e Sovrintendente del Teatro La Fenice), Fabrizio Plessi (artista di fama internazionale, maestro delle videoinstallazioni), Amerigo Restucci (presidente dell’Istituto regionale per le Ville Venete), Alberto Sinigaglia (già responsabile delle pagine culturali de La Stampa, presidente del Premio Letterario Cesare Pavese).





Chiesa di San Rocco, Venezia
25 settembre, ore 18.00

Festival Galuppi


Concerto in ricordo di Vittorio Cini

ENSEMBLE LABIRINTO ARMONICO

flauti a becco e cornamusa Roberto TORTO
violino barocco Pierluigi MENCATTINI
organo Walter D’ARCANGELO

GEORG PHILIP TELEMANN (1681 – 1767)
Trio Sonata in La minore per flauto, violino e basso, TWV42:a4

JOHANN JOACHIM QUANTZ (1697 – 1773)
Trio Sonata in Sol maggiore

BALDASSARE GALUPPI (1706 – 1785)
Sonata II in Re minore per organo




Chiesa di San Rocco, Venezia
25 settembre, ore 11.00

Santa Messa “dei Tre Papi”
in onore di San Pio X, San Giovanni XXIII, Beato Giovanni Paolo I con un ricordo di Vittorio e Giorgio Cini


    Wolfgang Amadeus Mozart
  • Sonata da chiesa K 274
  • Missa brevis K 194
    Kyrie – Gloria – Credo – Sanctus – Benedictus – Agnus Dei
  • Ave Verum Corpus K 618
    Antonio Vivaldi
  • In memoria aeterna, dal Beatus vir RV 597
  • Laetatus sum RV 607

Ensemble vocale ACADEMIA ARS CANENDI
diretto da Manuela Meneghello

Orchestra Venezia Classica

Direttore: Francesco Fanna



Fondazione Giorgio Cini, Venezia
19 - 23 settembre 2022

XLVII Corso Internazionale di Alta Cultura


Il Corso Internazionale di Alta Cultura, iniziato da Vittore Branca nel 1959, è dedicato quest’anno a un tema che tocca il vivere quotidiano e il nostro avvenire: «Le risorse dell’essenziale».

L’essenziale non è tanto il “minimo indispensabile” e neppure ciò che resta, tolto il superfluo; bensì – come voleva la logica classica – è il “principio di individuazione” che orienta il conoscere e l’agire: esso ordina le priorità, compagina una sintassi più che una somma di fenomeni.

L’economia, l’energia, l’architettura, la logica, le lettere, le arti dello spirito saranno interrogate, come ogni anno, da insigni relatori, con una vigile attenzione a saggiare ciò che può sostenere una durevole “costruzione di senso”.

    Programma
  • Lunedì 19 settembre

    16:00
    Saluto del Presidente della Fondazione Giorgio Cini
    Giovanni Bazoli

    16:10
    Carlo Ossola
    Collège de France, Parigi - Direttore del Corso
    Presentazione del Corso

    Economia

    16:30
    Lucrezia Reichlin
    London Business School
    L’Europa tra solidarietà e frammentazione: dal Trattato di Maastricht alla crisi energetica

    17:30
    Luigino Bruni
    Università di Roma LUMSA
    Sull’impossibile coabitazione fra capitalismo ed essenziale: un’indagine fra storia, teologia e teoria economica


  • Martedì 20 settembre

    Energia

    15:30 Marco Alverà
    Autore di Hydrogen Revolution, imprenditore nell’energia, fondatore zhero.net
    L’etica della nuova libertà energetica 16:30 Jean-Marie Tarascon
    Collège de France, Parigi
    L’énergie et la société: comment démarrer...


  • Mercoledì 21 settembre

    Le idee, le lettere

    15:30 Paola Cattani
    Università degli Studi Roma Tre
    Frugalità: un ideale etico-sociale tra Montesquieu, Rousseau e gli antichi

    17:00 Carlo Ossola
    “Avrei voluto sentirmi scabro ed essenziale”


  • Giovedì 22 settembre

    Logica e architettura

    15:30 Gabriele Lolli
    Scuola Normale Superiore, Pisa
    Essenza, quinta essenza, e oltre

    17:00 Francesco Dal Co
    Professore emerito IUAV
    L’architettura può essere essenziale?


  • Venerdì 23 settembre

    L’essenziale del vivere

    15:30 Rob Riemen
    Nexus Institute, Amsterdam
    Veni, Europae Creator Spiritus

    17:00 Olivier-Thomas Vénard
    École biblique et archéologique française de Jérusalem
    L’essentiel du kérygme

    18:30 Carlo Ossola
    Conclusioni




Venezia
17 settembre - 23 ottobre 2022

Festival Galuppi



Stampa

Festival Galuppi e della Musica “I Luoghi di Baldassare” di Giovanni Greto, AgoraVox, lunedì 19 settembre 2022



REsi Girardello "Submerged Venice in glass"

Bottega Cini Gallery, Venezia
17-25 settembre 2022


Submerged Venice in glass
evento in occasione di The Italian Glass Weeks


TERRACQUARIO Percorso espositivo esterno:
Dorsoduro 366 - INSEX & FLOWERS
Dorsoduro 652 - ANTLARTIDE
Dorsoduro 735 - SUBMERGED VENICE

Opere in vetro realizzate in collaborazione con El Cocal Glass Studio
Hanno collaborato alla realizzazione della mostra: Elena Cenzon e Giorgia Zuin; Audio di Giovanni di Capua; Video di Liviana Vanzetto; Alicia Fagarazzi e Alida Martinello

La mostra è prodotta da Bottega Cini col supporto dell’Azienda Angelella

Contatti: resivenezia@gmail.com, +39 388 8917619





70° Anniversario del Centro Marinaro Giorgio Cini - Scilla Venezia
sabato 10 settembre 2022

Raduno 2022


Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia

    Il programma dell'incontro in quattro distinte parti:

  • l'inizio davanti al cippo per una prima lettura di una testimonianza e la consegna del crest ad Antonio Onorato figlio del direttore Nicola Onorato,
  • Santa Messa in Basilica,
  • trasferimento nella Sala Conciliare benedettina per alcuni interventi celebrativi e a ricordo di Nicola Onorato,
  • infine, con una nostra imbarcazione trasferimento alla sezione ANMI di Riva degli Schiavoni per un incontro conviviale.



79ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia
mercoledì 7 settembre 2022 ore 10.30

#FEELINGVENICE


Spazio Regione del Veneto / Veneto Film Commission, Hotel Excelsior, Lido di Venezia. Proiezione corti e presentazione dell'Archivio sensoriale della laguna

Archivio sensoriale della laguna: video, ASMR, performance

Dall’Archivio del Patrimonio Intangibile della Laguna: presentazione e proiezione, in anteprima nazionale, di alcuni corti realizzati all’interno del progetto #FEELINGVENICE. Memorie, riflessioni, emozioni e voci per omaggiare l’amore per la Laguna attraverso una ricerca sul territorio, per la creazione di un’archivio sensoriale e interattivo che esplora il rapporto e le tracce che l’ambiente lagunare esercita su chi vive a Venezia.

    Video
  • 1 #FEELINGVENICE
    CORTO INDIPENDENTE - Produzione Arte-Mide 2022
    Regia e testi Francesca Seravalle; interprete Chiarastella Seravalle.
  • 2 CAIGO
    CORTO INDIPENDENTE - Produzione Arte-Mide 2022
    Regia Francesca Seravalle; interprete Erika Urban; testo di una turista francese.
  • 3 XE L’ALBA
    CORTO INDIPENDENTE - Produzione Arte-Mide 2022
    Regia Francesca Seravalle; interprete Chiarastella Seravalle; testo di un veneziano.
  • 4 IMBARCADERO
    CORTO INDIPENDENTE ASMR e PERFORMANCE - Produzione Arte-Mide 2022
    Regia e testi Francesca Seravalle; performance Chiarastella Seravalle.
  • 5 LE VOCI DELLA LAGUNA
    CORTO INDIPENDENTE - Produzione Arte-Mide 2022
    Regia Francesca Seravalle | Voci Veneziane


Per informazioni: info@arte-mide.com | www.arte-mide.com | Instagram @artemidevenezia




XII Festival Organistico Internazionale "Gaetano Callido"

2 - 30 settembre 2022


Dodicesima edizione del Festival Organistico Internazionale Gaetano Callido, ricordando Don Silvano, con concerti di musica sacra presso la chiesa di San Trovaso, la Basilica di San Giorgio Maggiore le chiese di San Rocco e San Pantalon e la Basilica dei Frari.

Il calendario proposto è vario, con 8 concerti a ingresso libero che iniziano venerdì 2 settembre alle ore 21 nella chiesa di San Trovaso. Gli organi settecenteschi presenti, opera di Gaetano Callido e Pietro Nacchini, possono essere ascoltati al pieno delle loro potenzialità, valorizzati da musicisti di fama internazionale. In occasione dell’ultimo concerto, previsto nella Basilica dei Frari il 30 settembre, è proposto un repertorio di raro ascolto, a due organi. Il concerto del 17 settembre, nella Basilica di San Giorgio Maggiore, è dedicato a Vittorio Cini, importante esponente della vita culturale ed economica del XX secolo. Il ritorno del concerto “promenade”, previsto per il pomeriggio di domenica 18 settembre, porta il pubblico alla scoperta dei tesori artistici e musicali custoditi nelle chiese di San Polo, San Rocco e San Pantalon, grazie al competente supporto della dott.ssa Antonella Bracco.

    Chiesa di San Trovaso, Venezia
  • 2 settembre, ore 21 - Jan Vermeire - organo (Belgio)
  • 9 settembre, ore 21 - Darius Bakowski - organo (Polonia)
  • 16 settembre, ore 21 - Stephan Van De Wijgert - organo (Paesi Bassi)
  • 23 settembre, ore 21 - Martin Rabensteiner - organo (Svizzera)
    Basilica di San Giorgio Maggiore, Venezia
  • 17 settembre, ore 17 - Deniel Perer e Davide Giacuzzo - organo e tromba naturale (Italia)
    Chiese di San Polo, San Rocco e San Pantalon, Venezia
    Concerto Promenade
  • 18 settembre, ore 15.30 - Matteo Venturini - organo (Italia)
  • Interventi storico-artistici a cura della Dott.ssa Antonella Bracco
    Chiesa di San Rocco, Venezia
  • 24 settembre, ore 17 - Michael Romio - organo (Italia)
    Basilica dei Frari, Venezia Concerto a due organi
  • 30 settembre, ore 21 - Rui Soares (Portogallo) e Niccolò Sari (Italia) - organo
    Fabiana Magalhaes - soprano (Portogallo)


Libreria Battage, Roma
4 luglio

Presentazione del volume "Vittorio Cini. L'ultimo doge""


La presentazione del volume omonimo, al quale si ispira la mostra il cui catalogo è inserito nel volume stesso, Vittorio Cini. L’ultimo Doge, di Anna Guglielmi Avati (nipote del “nonno” Vittorio Cini), con la prefazione di Giordano Bruno Guerri si tiene lunedì 4 luglio, alle ore 19.00 nella libreria Battage in via dei Coronari 44/A a Roma.

«Lei non può continuare, come ha fatto negli ultimi tre anni, a lasciarsi sorprendere dagli eventi! Siamo poveri e allo sbando! Faccia cessare quest’inutile guerra al fianco di Hitler!». Sono le parole rivolte a Mussolini da Vittorio Cini, ministro delle Comunicazioni, nel corso del Consiglio dei Ministri del 19 giugno del 1943. Per questa sua presa di posizione, dopo l’8 settembre venne arrestato dai Tedeschi e deportato nel campo di concentramento di Dachau. È lui, l’ultimo Doge di Venezia, come lo definì Indro Montanelli, il protagonista del volume di Anna Guglielmi Avati e della mostra che ne consegue.

Il libro nasce dal desiderio di mettere nella giusta luce la figura di Vittorio Cini, grande imprenditore e immenso mecenate del Novecento – dichiara Lorenzo Zichichi, presidente de “Il Cigno GG Edizioni” -. La volontà di Francesco Avati di dare alle stampe l’inedito lavoro della moglie Anna, nipote di Cini, mi ha spinto a costruire attorno a questa pubblicazione un omaggio alla figura di questo straordinario personaggio. Tre città sono legate al suo operato: Ferrara dove nacque, Roma dove realizzò l’Eur, Venezia dove trascorse buona parte della sua vita. Se l’arte contemporanea raccoglie ottimi artisti attorno alla figura di Cini significa che il suo nome ispira creatività, e quindi ravviva la memoria di ciò che lui fece per il nostro Paese”.

Nei miei studi sul fascismo – scrive Giordano Bruno Guerri - ho incontrato spesso Vittorio Cini, che fascista non era. Come ebbe a dire un suo collega senatore e industriale, Giovanni Agnelli, chi è responsabile di una grande azienda deve sempre stare con il partito al governo. Appoggiò il regime per lo sviluppo e la modernizzazione che dava al Paese, e Mussolini sfruttò le sue capacità imprenditoriali affidandogli la cura di una delle imprese più ambiziose, la costruzione dell’Eur-42 e facendolo nominare conte dal re. Ma Cini guardò sempre al duce con occhi disincantati e fu tra i primi a capire – durante la guerra – che di lui occorreva liberarsi al più presto.

L’introduzione di Giordano Bruno Guerri al volume – prosegue Zichichi - è un’indagine analitica dei rapporti fra Cini e il Fascismo. Le Monde, in un recente articolo sulla mostra del patrimonio artistico di Cini a Aix-en-Provence, la descrive come la “collection d’un des piliers du fascisme italien” (la collezione di uno dei pilastri del fascismo italiano, ndr)! È quindi quanto mai opportuno ristabilire la verità. Guerri e le pagine della Guglielmi Avati lo fanno in maniera esaustiva.




Salone Capitolare, Scuola Grande San Giovanni Evangelista, Venezia
24 giugno 2022

Concerto di San Giovanni


La serata è organizzata in memoria di Gian Andrea Simeone, già Guardian Grande della Scuola Grande San Giovanni Evangelista.

ingresso gratuito, donazioni in favore di AIL Venezia

Il concerto è realizzato con il sostegno di Skal Venezia, in collaborazione con Agimus Venezia e col patrocinio del Ministero dei Beni Culturali.


Programma

F. Chopin (1810-1849)

Notturno op. postuma in mi minore

Due Polacche op. 26
Allegro appassionato | Maestoso

3 Nouvelles Etudes for the “Méthode des Méthodes” by Moschelès and Fétis<
Andantino | Allegretto | Allegro

3 Valzer op. 64
Molto vivace | Tempo Giusto | Moderato

L. van Beethoven (1770-1827)

Sonata in mi minore op. 90
Mit Lebhaftigkeit und durchaus mit Empfindung und Ausdruck (Con vivacità ma sempre con sentimento ed espressione)
Nicht zu geschwind und seht singbar vorzutragen (Non troppo mosso e molto cantabile)

Sonata in mi bemolle maggiore op. 81a (“Les Adieux”)
Das Lebewohl (L’addio) – Adagio, Allegro
Die Abwesenheit (L’assenza) – Andante espressivo
Das Wiedersehn (Il ritorno) – Vivacissimamente

Letizia Michielon, pianoforte




Musei di San Salvatore in Lauro, Roma
9 giugno - 24 luglio 2022

Vittorio Cini. L'ultimo doge


Vittorio Cini. L’ultimo Doge, a cura di Marco di Capua, è l’esposizione inaugurata giovedì 9 giugno alle ore 19.00 nei Musei di San Salvatore in Lauro a Roma. Sono esposte le opere di 27 artisti: tra questi, Gli amanti dell’isola di Oliviero Rainaldi (2022, carbone su carta, cm 300 x 250); La O di Giotto, d’après 1962 di Alberto Biasi (2000, Acrilico e PVC su tavola, Cm 85 x 85); Notturno a Venezia di Ettore de Conciliis (2020, olio su tela 197 x 266,5 cm); Variazione lagunare su tema di San Giorgio di Giovanni Tommasi Ferroni (2022 olio su tavola, cm 40 x 40); Mappa per andare via di Pizzi Cannella (2004, tecnica mista su tela, cm 300x700); Colosseo, di Mauro Reggio (2022, olio su tela,70 x 100 cm); Italia pacco: tutto ciò che non è stato di Marco Bernardi (2017-2022, gommapiuma legno celofan, 200x90x20 cm), San Giorgio, di Elisa Grezzani (2022, tecnica mista su tavola, cm 111x145).

Altri artisti in mostra: Riccardo Ajossa, Andrea Boyer, Vito Bongiorno, Lucia Crisci, Stefania Fabrizi, Shay Frish, Carlo Gavazzeni Ricordi, Rosaria Gini, Alessandra Giovannoni, Claudio Koporossy, Paola lo Sciuto, Umberto Mariani, Riccardo Monachesi, Giorgio Ortona, Tommaso Ottieri, Achille Perilli, Elena Pinzuti, Maurizio Savini, Marco Verrelli.

L’ingresso è gratuito. L’organizzazione e il catalogo sono a cura de “Il Cigno GG Edizioni”.

RASSEGNA STAMPA

Ventisette artisti per Cini a San Salvatore in Lauro - Corriere della Sera, 17 giugno 2022
Un omaggio a «Vittorio Cini, l’ultimo doge» - Corriere della Sera, 9 giugno 2022
Vittorio Cini. L’ultimo Doge - Mostre - Oggi Roma, 9 giugno 2022
Vittorio Cini. L’ultimo Doge: in mostra le opere di 27 artisti (in occasione dell'uscita del volume di Anna Guglielmi Avati) sull'imprenditore e mecenate del Novecento - News Artinworld.com



Bottega Cini Gallery, Venezia
30 aprile - 29 maggio 2022

#FEELINGVENICE - Veneziani on stage


Spazio interattivo e sensoriale dei veneziani.
Vite, emozioni e immaginazione del futuro della Laguna


    Calendario eventi
  • 30 aprile ore 11/18 #FEELINGVENICE ALGA E SALE
  • 13 maggio ore 18.00 LAGUNA - FONTE DI ISPIRAZIONE
  • 20 maggio ore 18.00 SOLE - BENESSERE E POESIE
#FEELINGVENICE è un progetto di Arte-Mide di sensibilizzazione sulla Laguna e di creazione dell'archivio del Patrimonio Intangibile della Laguna, fatto di voci, suoni, emozioni, profumi, riflessioni e memorie conservate presso l'Archivio Vittorio Cini. I protagonisti sono i veneziani e le persone hanno scelto di vivere a Venezia, al ritmo dell'acqua.
Per informazioni: info@arte-mide.com | www.arte-mide.com
Per prenotare: 351 8768851 | Instagram @artemidevenezia

    Video
  • #xealba (9 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #caigo1 (11 aprile) | Interpretazione Erika Urban | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #sanpieroinvolta (13 aprile) | Interpretazione Erika Urban | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #caigo2 (15 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #pescafaja (19 aprile) | Interpretazione Erika Urban | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #caigo3 (20 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #feragosto1943 (22 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide

#FEELINGVENICE
Interreg Ita-Slo DIVA @diva.borderless
Arte-Mide @artemidevenezia
The Merchant of Venice
Fondazione Archivio Vittorio Cini
Bottega Cini




Festival della lettura - avrò cura di te

29 aprile - 22 maggio 2022


Il festival della lettura a Venezia
Libro gira, libro che leggi

Diciottesima edizione del Festival Libro che gira, Libro che leggi, che dal 29 aprile e fino al 22 maggio propone iniziative per bambini e ragazzi, scuole, educatori, insegnanti, adulti appassionati di lettura.

Dopo le precedenti edizioni, interamente online nel 2020, e con iniziative sia online che, soprattutto nel mese di maggio, in presenza nel 2021, quest'anno abbiamo iniziative in giro per Venezia.


Per informazioni:
info@barchettablu.it | www.barchettablu.it



Bottega Cini, Venezia
19-25 aprile, ore 11.00 / 19.00

Paradise cannot wait


In occasione della 59 Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, Bottega Cini propone la mostra Paradise cannot wait curata da Laura Villani con opere degli artisti Dialo, Gianmaria Potenza, St. Emmo, Tariro Washe e Zimbabwelive. Alla presentazione che si svolge giovedì 21 aprile alle ore 18.00, su invito sono ospiti d'onore:

  • THOKOZILE CHITEPO Permanent Secretary of the Ministry of Youth, Sport, Arts & Recreation of Zimbabwe
  • MARY BIBUSISIWE MUBI Zimbabwe Ambassador in Italy
  • RAFFAEL CHIKUKWA Executive Director National Art Gallery of Zimbabwe – Biennale Pavilion Commissioner
  • EMMERSON JR. TANAKA MNANGAGWA Music Producer e figlio Presidente Zimbabwe
  • TARIRO WASHE Film Producer e figlia Presidente Zimbabwe
  • MASSIMO AMADEO Deputy Head of the Mission Embassy of Italy in Zimbabwe
  • GIOVANNI ALLIATA DI MONTEREALE  Vittorio Cini Archive Foundation 

Un ringraziamento particolare allo Zimbabwe Parks and Wildlife Management Authority Government Agency for Parks and Reserves



Palazzo Cini, Venezia
Sabato 9 aprile, ore 11.00 - 12.15 / 12.30 - 14.00 (max 12 ragazzi dai 9 anni in su a turno)
Lunedì 4 aprile, ore 9.00 - 102.15 / 11.30 - 13.00 SOLD OUT

#FEELINGVENICE - Fotografare con alghe e sale


Progetto di sensibilizzazione sulla laguna di Venezia ideato dall’associazione veneziana Arte-Mide in collaborazione con The Merchant of Venice, grazie al sostegno del Progetto DIVA Interreg. Italia-Slovenia. Arte-Mide sta costruendo un archivio digitale del Patrimonio Intangibile della Laguna presso l’Archivio Vittorio Cini (audio, video e immagini) fatto di emozioni e memorie personali di tutte le generazioni veneziane legate a Venezia vissuta sull’acqua attraverso una serie di cartoline, disponibili in Bottega Cini.
Se vuoi partecipare contatta: info@arte-mide.com | www.arte-mide.com

    Video
  • #xealba (9 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #caigo1 (11 aprile) | Interpretazione Erika Urban | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #sanpieroinvolta (13 aprile) | Interpretazione Erika Urban | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #caigo2 (15 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #pescafaja (19 aprile) | Interpretazione Erika Urban | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #caigo3 (20 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide
  • #feragosto1943 (22 aprile) | Interpretazione Chiara Seravalle | Regia Francesca Seravalle / Arte-Mide

#FEELINGVENICE
Interreg Ita-Slo DIVA @diva.borderless
Arte-Mide @artemidevenezia
The Merchant of Venice
Fondazione Archivio Vittorio Cini
Bottega Cini




Sala della Musica, Palazzo Ca' Sagredo, Venezia
Venerdì 11 febbraio, ore 17.30

Presentazione del libro Come foglie al vento


Nel suo ultimo libro Riccardo Calimani racconta ai nipoti i momenti più difficili della persecuzione antiebraica a Venezia. Un percorso tra storia e memoria dove si rievocano le fasi drammatiche e oscure della Seconda guerra mondiale. Unviaggio lungo le vicende dei genitori dell'autore costretti a far fronte a discriminazioni e rastrellamenti per sopravvivere (Vittorio Pierobon)


Riccardo Calimani
COME FOGLIE AL VENTO
PAGINE: 324
Mondadori 2022
ISBN-10 ‏ : ‎ 8804624981
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8804624981